Nuova normativa fiscale per gli affitti brevi dal 17 Luglio 2017

Viene regolamentata con una legge su misura la locazione per brevi periodi. A partire dal 1 giugno del 2017 il proprietario di casa potrà decidere di usufruire della cedolare secca al 21%.

DA QUANDO

Si parte il 17 luglio, questa è la prima scadenza per la "nuova tassa".

A partire da questa data gli intermediari quali ad esempio Booking.com ed Airbnb, dovranno quindi versate le imposte relative agli affitti a partire dal 1° giugno i quali a loro volta devono versare tali importi all'Agenzia delle Entrate.

COME AVVERRA' LA TRASMISSIONE DEI DATI

La trasmissioni dei dati dovrà avvenire tramite i canali telematici messi a disposizione dall'Agenzia delle Entrate secondo le specifiche che verranno pubblicate sul sito dell'Agenzia delle Entrate.

La ritenuta sarà da versare entro il giorno 16 del mese successivo a quello in cui è effettuata. Nel caso in cui il beneficiario non scelga di avvalersi della cedolare secca, la ritenuta d'acconto verrà utilizzata a titolo di acconto in fase di dichiarazione dei redditi.

SI E' OBBLIGATI A SCEGLIERE LA CEDOLARE SECCA?

Assolutamente no, il contribuente potrà scegliere la tassazione che meglio riterranno opportuna. Potranno quindi essere assoggettati anche a tassazione Irpef a scaglioni, anche se risulta essere improbabile che possa essere scelta tale strada in quanto al tassazione minima è del 23%.